Turismo IN (sostenibile).


Per carità ognuno il marketing se lo confeziona come vuole però…comunque meglio che leggiate e poi liberamente vi farete una valutazione. La mia indirettamente è già fatta.

Dal Corriere della Sera edizione web:

Palme al posto degli ombrelloni, tavolini in legno, cestini per la raccolta differenziata. Al lido «Il Viottolo» sulla spiaggia di Cala del Cefalo a Marina di Camerota, queste sono le regole.

Il Cilento si sta organizzando e vuole dare un’immagine di sè diversa da come gli italiani e gli stranieri subito appiccicano alla Campania pensando alla munnezza di Napoli e il sito prosegue

L’iniziativa è della Cab, associazione balneare Marina di Camerota della Fibe Confesercenti Cilento che hanno deciso di puntare alla creazione di un marchio di qualità ambientale da assegnare alle imprese balneari contraddistinte da una gestione ecosostenibile.

La Cab, trentaquattro strutture associate tra Pisciotta, Palinuro e Marina di Camerota. Si cita pure che è vietato fare il bagno con l’utilizzo del sapone, le doccie durano solo 30 secondi, ecc..

Passiamo a Cariati, provincia di Cosenza. Qui hanno indetto la “Sagra dell’identità e del turismo sostenibile”.

 

Riporto da sito locale

Cariati paese albergopreso letteralmente d’assalto.B&B della cittadella medievale, che bella scoperta! Per tanti turisti, ma anche per gli stessi residenti che hanno visitato, alcuni per la prima volta, la preziosa e qualificata rete di strutture ricettive all’interno del perimetro delle otto torri medioevali affacciate sullo jonio.

anche per CARIATI PAESE ALBERGO, v’è stato il taglio del nastro, all’ingresso della storica Porta Pia, sovrastata dal Palazzo del Seminario. Accompagnati da chitarra battente, fisarmonica e tamburello dei suonatori rossanesi….

Poi ovviamente tanta eccellente enogastronomia calabrese che ho più volte descritto. Ma che la parola turismo sostenibile e l’identità fosse tradotta in Paese Albergo ecco mi fà confusione. Ma son sicuro che la sagra avrà fatto il pienone e quindi…..

About these ads

2 thoughts on “Turismo IN (sostenibile).

  1. Bravo Stefano…sfatiamo la leggenda che si fa turismo solo andando ai Caraibi!
    Torno dal giardino e dalla raccolta della menta e delle erbe aromatiche. Cercherò di farmi le saponette alla lavanda. Ci avresti mai creduto?
    BUONA DOMENICA STEFANO ( da me ti ho risposto)

  2. Confermo i dati su Camerota letti su un altro giornale ( pensa che c’è chi è incazzato per le regole inserite: no al chiasso, per esempio, e ad una serie di altre “amenità” nelle quali l’homo italicus vacantis si delizia, diciamo così!!)

I commenti sono chiusi.