Le Paste di Meliga del Monregalese (pv.Cuneo)


Parliamo di fine pasticceria, artigianato alimentare d’eccellenza con questi dolci tipici del territorio di Mondovì e dintorni. Ma Slow Food è riuscita a mantenere anche una lillipuziana filiera (dal campo alla tavola, o acquistando in laboratori che utilizzano “la materia prima” e non …una materia) . Le paste di Meliga è dolce piemontese, in tanti lo fanno, forse in troppi e allora per mantenere il sapore tramandato ci vogliono gli ingredienti giusti.

Cominciando dal mais , utilizzando quello, ora scarsamente produttivo, a 8 file. Poi si è riusciti a trovare chi macina a pietra e poi alcuni pasticcieri e artigiani che confezionano il prodotto, usando gli ingredienti, semplici, che si usavano nelle case (farina bianca, gialla, uova, burro e zucchero), poi le aggiunte a piacimento: miele, vaniglia, scorze di limone. Come già detto di ricette non parlo, son ritrovabili facilmente. Aggiungo che c’è un disciplinare di produzione e un bel sito per leggere la storia, e fare una capatina a Mondovì, a Garessio, a Val Casotto Pamparato, ecc..per acquistarle. La forma è varia ma andrebbero inzuppate in un bel Dolcetto delle Langhe Monregalesi, magari della cascina Monsignore, a Vicoforte , dai un’ occhiata, poi oltre l’occhio magari utilizzerai gli altri sensi!!

About these ads

3 pensieri su “Le Paste di Meliga del Monregalese (pv.Cuneo)

  1. Questi dolci sono sicuramente meravigliosi da mangiare!… Ops… Volevo dire, questo post è meraviglioso da leggere!

I commenti sono chiusi.